Ci siamo quasi

Parco nazionale di Nairobi e Amboseli
Kenia
13-18 febbraio 2020

Mancava solo al presentatore Martine van Os che intervista gli ospiti del camper. Per il resto, il campeggio di Nairobi sembra il set della serie TV "Siamo quasi arrivati!". Anche il nostro viaggio attraverso l'Africa sta finendo. L'elenco dei bucket si è ridotto. Godersi il viaggio non è ancora diminuito.

Nairobi
L'autostrada a quattro corsie che attraversa Nairobi sembra riservata esclusivamente a noi. Guidiamo nella capitale una domenica. Il caos del traffico nella capitale, che spinge le persone alla disperazione, ci risparmia. Raggiungiamo senza indugio il lussuoso centro commerciale ai piedi di un'uscita. Nella sede del Carrefour, ci immaginiamo in Francia. Il reparto prodotti freschi con innumerevoli formaggi e salumi. Ciò richiede un po 'di tempo per abituarsi e con nostra sorpresa porta anche allo stress di scelta. I numerosi espatriati nella capitale assicurano ai clienti e alla fornitura di prodotti esclusivi. Molte aziende e ONG scelgono Nairobi come sede. La città ha più carisma di molte altre città in Africa. I costosi sobborghi delle ville possono competere con Aerdenhout o Blaricum. Il nostro campeggio si trova dietro le case megalomane con recinzioni elevate e sicurezza elevata.

Cambiare compagnia
Sul campo di campeggio ci troviamo tra tre Overlander in pensione, entusiasti con una varietà di camper, dal trasportatore al camion. Tutti dalla Svizzera. Al mattino i compagni di viaggio in accappatoio tornano dalla doccia. Proprio come nella serie TV. Condividiamo spuntini al tavolo da campeggio. Beviamo un drink pomeridiano. O mangiare con i vicini. Lo troviamo segretamente molto accogliente. Uno svizzero mi confida: "A casa in Svizzera i nostri amici perdono attenzione ai racconti di viaggio dopo cinque minuti". L'osservazione è condivisa senza emozione. Qui restiamo appesi sulle labbra a vicenda per ore. Curioso delle esperienze in altre parti del mondo. Fino a quando non è il momento di andare avanti. I vicini escono dal cancello uno per uno. Direzione Arabia Saudita o casa. I nuovi ospiti arrivano prima che la solitudine ci colpisca. Il giorno successivo ci troviamo tra gli olandesi con fuoristrada e tende sul tetto.

Nairobbery
Nairobbery è il soprannome della capitale. Grazie al vivace circuito criminale. Che improvvisamente si avvicina molto quando stiamo andando al bar alla moda per espatriati nel vicino centro commerciale. Non abbiamo ancora fatto dieci passi fuori dal cancello del campeggio, quando sentiamo grandi urla dietro di noi. Una piccola donna minuta con un grosso cane nero corre verso di noi. Terrore nei suoi occhi. Agitando le braccia. Piangere solo in suoni. "All'angolo della strada 200 metri indietro, due uomini mi hanno messo una pistola in testa su un ciclomotore", dice senza fiato. Con le proprie mani, i truffatori cercarono freneticamente il suo corpo indifeso alla ricerca di cose preziose. Il panico e l'adrenalina spingono ulteriormente la vittima verso un composto sicuro. Non la lasciamo andare da sola e correre con noi. Dietro alle grandi porte la guardia chiama suo marito, che lavora nell'esercito britannico. Vibrando su tutto il corpo, la donna dice di aver seguito le istruzioni di sicurezza; "mai andare con i beni". I banditi le hanno rubato per sempre un senso di sicurezza. Osservando il suo imponente animale domestico, osserva; "il cane non ha fatto nulla".

Il valore di una vita
Il proprietario tedesco del campeggio, Chris, non è sorpreso dalla nostra storia. Poco dopo l'apertura della sua attività, i suoi ospiti in campeggio sono stati razziati di notte. Un messaggio inconfondibile. Il clan sbagliato è stato assunto per sicurezza. Poiché Chris assume il gruppo "giusto", il terreno è sicuro. I colpi cadono ancora fuori dai cancelli. Ad esempio, sette proiettili hanno ferito un fotografo professionista. Ospite abituale al campeggio. È diventato in conflitto con le sue relazioni d'affari. Le lesioni irreparabili nelle rotule e nella spina dorsale contano come compensazione. Sapendo che stare in punta di piedi a volte ha conseguenze violente, Chris suggerisce; "Forse dipendenti insoddisfatti hanno insegnato alla donna britannica una lezione con la rapina."
In ogni caso, siamo colpiti dai fatti. Dopo mesi di viaggio sicuro attraverso l'Africa, è bene non rilassare la vigilanza. "Una vita umana vale 100 dollari", Chris esprime la realtà oscura in denaro.

Kilimanjaro
Sebbene il Kilimangiaro si trovi sul territorio della Tanzania, è uno dei momenti salienti di un viaggio attraverso il Kenya. La montagna più alta in Africa con neve eterna e ghiacciai può essere ammirata solo dal parco naturale Amboseli. Con Wildlife in primo piano, come prova inconfondibile che le montagne si trovano nel continente tropicale. A condizione che la cresta non sia coperta dalle nuvole. Le previsioni del tempo promettono ancora pioggia per la prossima settimana. Non ci scoraggeremo. Puoi sempre saltare il parco. Quando finalmente apriamo la lattina di birra al campeggio dopo una pessima strada di accesso, inizia una nuova doccia. Una piccola apertura nella nuvola in seguito ci offre alcuni minuti di vista sulla cima bianca della montagna. Un gusto impressionante.
Anche Jeroen e MC, vecchi conoscenti del campeggio di Nairobi, sono i nostri vicini qui. Condividono il loro barbecue in modo molto ospitale con noi. Interrotto da una forte pioggia. Chiuso con vino. Abbiamo ottimisticamente impostato l'allarme molto presto per l'alba. Con un sacco di fortuna possiamo vedere la bellissima montagna.

Amboseli National Park
Quando solleviamo leggermente il telo della tenda, il Kilimangiaro si irradia verso di noi. Nessuna sporcizia nell'aria. Incredibilmente bella. Vista di primo grado durante la colazione. Sono già le 8 quando finalmente partiamo. Nel parco naturale. Con l'alta montagna bianca a sinistra. Un elefante sta camminando in lontananza. Se continuiamo a guidare, possiamo fotografarlo con le cime innevate sullo sfondo. Il sogno di ogni visitatore. Ufficiosamente il logo del parco. Tick! Il parco ha ancora più sorprese in serbo. Molti fenicotteri, di colore rosa. Nei laghi, che sono pieni di acqua piovana.

Tracce impegnative
Abbiamo già visitato molti parchi naturali in Africa. Amboseli aggiunge una nuova esperienza. Le piste impegnative finiscono in parti impraticabili. Nessun segnale di avvertimento. Non si sa quale sentiero ci conduca da nord-est del parco. Un francese con bambini piccoli sul sedile posteriore è anche alla ricerca di una via d'uscita. Guida dall'altra parte attraverso l'erba lungo il sentiero allagato. Seguiamo le sue tracce. Siamo quasi arrivati ​​quando la G affonda in profondità nel terreno paludoso. La G è troppo pesante. Un'auto Toyota Game Drive si ferma. La guida, vestita con una polo Mercedes-Benz nera, ama tirare fuori la G dalla situazione difficile con l'auto dal Giappone. Possedere un fuoristrada Mercedes è il suo grande sogno.
Ci sono tracce sui bordi tra i laghi che scompaiono anche metri nell'acqua. I pali lunghi e sottili lungo il percorso indicano la strada. Nessuna macchina in lontananza. Supponiamo che questi percorsi possano essere guidati. Fortunatamente, è vero. Offre un'esperienza di guida unica. Nel paesaggio deserto. Circondato dall'acqua. Solo compagnia di uccelli. Stiamo perdendo la voglia di individuare animali selvatici. Il parco stesso è un'esperienza meravigliosa.

L'intuizione finale
Abbiamo abbandonato il piano per raggiungere il Cairo. Rimangono troppi chilometri per il tempo rimanente. Troviamo disfacimento troppo brutto per i paesi speciali che poi attraversiamo. Preferiamo salvare l'Etiopia e il Sudan per la prossima occasione. Partiamo per la città portuale della Tanzania. Ma non prima di aver visitato il paesaggio vulcanico del Tsavo West National Park.

0 rispondere

Pubblica un commento

Partecipa alla conversazione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati * *